DeepCubeA, algoritmo di intelligenza artificiale per risolvere il Cubo di Rubik

Una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Machine Intelligence, condotta da alcuni studiosi coordinati da Pierre Baldi dell’Università della California a Irvine, mostra l’applicazione pratica degli algoritmi di intelligenza artificiale per la risoluzione del Cubo di Rubik. “Un problema con un numero così alto di combinazioni può, infatti, aiutare a risolvere questioni altrettanto complesse, come decifrare la struttura finale delle proteine” spiegano gli esperti. Il super algoritmo, battezzato DeepCubeA, ha permesso al team di risolvere il cubo di Rubik, impiegando meno memoria rispetto a quella utilizzata dai noti algoritmi, impiegando 20 mosse compiute in appena 1,2 secondi.
Il risultato è abbastanza straordinario se si pensa che il sistema di AI per risolvere il Cubo di Rubik, impiega logiche simili al nostro cervello (tecniche di machine learning su reti neurali), senza avvalersi di metodi pre-configurati, ad esempio come quelli utilizzati dal robot del Mit.
Il sistema DeepCubeA è stato “addestrato” per due giorni fornendo 10 miliardi di combinazioni e richiedendo ogni volta una soluzione in meno di 30 mosse.